Bayern VS Atletico

Analisi sportiva-sociale-economica di Bayern VS Atletico

Si è giocata ieri (3 Maggio 2016) Bayern VS Atletico e ha lasciato diversi strascichi polemici tra gli appassionati. I dualismi di questa sfida non sono terminati al triplice fischio, ma vanno dall’antagonismo tra due modi diversi di vedere lo sport, competere VS risultato, alla contrapposizione di due differenti scuole di pensiero come il guardiolismo VS il cholismo. Rigiochiamo dal punto di vista sportivo, economico e sociale la prima semifinale di Champions League.

Diciamolo subito, l’Atletico è passato a sorpresa e contro ogni pronostico alle finale di Milano 2016, a maggior ragione se si tiene in considerazione il gap tra le due squadre, che vede in tutte le aree considerate, gli uomini di Simeone soccombere in favore dei teutonici.

ANALISI SPORTIVA

Dal punto di vista sportivo, l’atletico non ha tutto il blasone del Bayern, anzi l’esatto contrario. I bavaresi si sono affermati più di quaranta volte nel campionato domestico e godono di una sorta di monopolio naturale, difficile da spezzare, ove il loro piazzamento medio nelle ultime stagione è di tre primi posti e due secondi posti, con ottime chance di alzare anche questo Maister-schale.

Vuoi capire anche tu come guadagnare dal tuo blog? Affidati all’affilliate marketing e clicca qui!

L’Atletico è una compagine tutta grinta e dal 1999 ha vinto una sola Liga. Negli ultimi anni ha un piazzamento medio da quarto posto, dato migliorato dall’avvento di Simeone in panchina. Abbiamo anche considerato la posizione nella classifica del Football Money League di Deloitte, guida annuale della top 20 dei club più ricchi d’Europa, dove le due squadre sono rispettivamente quinta e quindicesima.

ANALISI SOCIALE

Per quanto si attiene all’analisi sociale, abbiamo considerato la presenza dei due club sui 3 principali social network in rete: Facebook, Twitter e Instagram, veri focolai di social-tifosi, più la presenza media allo stadio.

Anche qui L’atletico perde tutti i duelli, con una presenza social globale di poco superiore ai 15 milioni di followers, dato che da solo rappresenta solo il 58,5% di tutti i tifosi del Bayern Monaco su Facebook.

Anche la partecipazione agli eventi allo stadio vede l’Atletico soffrire, con una presenza media di 30.000 unità, inferiore a quella del Bayern che ha dalla sua un nuovo impianto, l’Allianz Arena, con tanto di contratto di cessione dei naming rights in essere sino al 2041, dal quale gli uomini di Guardiola incassano 6 milioni di Euro all’anno.

Inforgrafica

ANALISI ECONOMICA

L’ultimo campo nel quale abbiamo voluto rigiocare Bayern – Atletico è quello economico partendo dall’analisi del parco giocatori. Gli atleti bavaresi sono infatti tutti nazionali nei loro Paesi, con una discreta presenza di giocatori spagnoli ed ex-vincitori della Champions League, competizione che nonostante tutto non vedrà il Bayern in finale per il terzo anno consecutivo. Il valore della rosa è secondo solo a quello di Real e Barça in Europa con quasi 600 milioni di euro (vedi infografica).

La voce dei ricavi commerciali è quella che evidenza il maggiore distacco tra le due società. Sebbene la prima voce inerente ai diritti TV, mostri un disavanzo di “soli” 19 milioni, sono i ricavi da match-day a mostrare il primo solco economico, ove il Bayern Monaco genera ben 53 milioni in più di ricchezza dalle vendite collegate ai giorni delle partite casalinghe rispetto ai colchoneros.

Infine l’ultima voce, quella che tiene conto dell’abilità di un brand di generare ricchezza, la brand-equity appunto, viene evidenziata alla voce merchandising. Il brand Bayern Monaco produce ricavi dal merchandising per 278 milioni, che rappresentano il 90,62% di tutto il fatturato della Juventus F.C. per fare un esempio, e sottolinea ancora una volta come secondo questi parametri il Bayern Monaco sarebbe dovuto passare agevolmente alla finale di Champions dei ricavi economici.

Nonostante tutti i valori della nostra analisi vedano l’Atletico perdente, il campo ha dato verdetto contrario. Forse avremmo dovuto considerare l’asset immateriale “cholo” Simeone nella nostra analisi, ma quella parte di imponderabile è ciò che rende lo sport del calcio il più seguito a livello globale, perché solo in questa disciplina può accadere che all’ultimo minuto Davide possa battere Golia.

Comments

comments

Social Media Manager, Copywriter, creatore e curatore di contenuti. Sono appassionato di Marketing, pubblicità e sport. Ho fatte delle mie passioni una professione, così da non dover lavorare mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: