Leicester

Mascotte Marketing: il caso di Filbert Fox del Leicester City F.C.

La mascotte del sorprendente Leicester City F.C., al secolo Filbert Fox, ha firmato tre giorni fa il suo primo contratto biennale di sponsorizzazione tecnica con Puma per la fornitura di scarpini da calcio. Sì, avete capito bene, non sto scherzando… la mascotte del Leicester City ha, oltre che un’immagine coordinata a quella del brand delle West Midlands, anche un’identità e dal 24 Aprile 2016 anche un contratto di sponsorship nel “portafogli”.

La gestione e implementazione di una mascotte è di per se uno strumento di creazione di valore per i tifosi, i quali associano i valori della loro squadra di calcio del cuore a quelli della mascotte di riferimento, 9 volte su 10 trattasi di un rappresentante del mondo animale.

Leicester

In questo caso specifico per i tifosi delle foxesFilbert unisce sia i valori sportivi del Leicester che quelli propri della volpe come abitante del regno animale, quali predatorietà, furbizia e rapidità, tutti aspetti ideali di una marca che si riflettono durante il match-day nelle gesta sportive degli atleti che vanno in campo.

La validità del contratto di sponsorizzazione è stata immediata. Nel match di Premier League di sabato scorso infatti, contro lo Swansea, Filbert indossava una paio di Puma EvoSpeed SL II Tricks, uno degli ultimi prodotti per il “gioco veloce” presentati dalla casa tedesca, in una campagna istituzionale che ha visto coinvolti tutti gli ambasciatori del brand che si sfideranno ai prossimi campionati europei di Francia 2016 tra cui Sergio Kun Aguero, Antoine Griezmann e Marco Verratti

Qui il video di lancio: https://youtu.be/afNui1C6oK0

In Italia la società che fa meglio mascotte marketing è la Juventus, ove la mascotte di casa: “J” è stata coinvolta più volte nelle interazioni social tra la squadra torinese e gli avversari di turno e il culmine di questa strategia venne raggiunto durante la partita di Champions League contro il Bayern monaco, quando J incontrò il suo pari ruolo bavarese Berni.

In conclusione fare mascotte marketing vuol dire strizzare l’occhio al lato più profondo dell’animo dei tifosi di un club sportivo e rappresentare tutti i valori immateriali del club nei valori propri della marca tramite il veicolo mascotte che li rappresenta.

Comments

comments

Social Media Manager, Copywriter, creatore e curatore di contenuti. Sono appassionato di Marketing, pubblicità e sport. Ho fatte delle mie passioni una professione, così da non dover lavorare mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: